venerdì 17 marzo 2017

Ys we can!

Serata difficile in casa cubetto, la piccolina chissà che cosa avrà bevuto, ma di addormentarsi non ne aveva proprio voglia. La cena era stata pure piuttosto rimpinzante, quindi con la panza piena segue la nanna profonda e invece no.
Così mentre LadyCubetto si immola in camera dei bimbi, inizio lo spiegozzo del gioco della serata, che per nostra fortuna, anche in quattro non dura più di un ora e mezza.
Semplicemente...

Ys

Gioco del lontano 2004, edito da Ystari e Rio Grande Games, di Cyril Demaegd. Da 2 a 4 giocatori.

Nella stupenda città di Ys i giocatori interpretano la figura di principi mercanti.
Utilizzando i propri mediatori cercheranno di acquisire pietre preziose da rivendere al mercato della città in modo da ottenere più soldi di tutti gli altri.

Il gioco dura 4 turni e in ognuno di questi i giocatori piazzeranno i loro mediatori nelle 3 aree dei 4 quartieri della città più il mercato.

La particolarità del gioco sta nel fatto che i mediatori, che sono dei cilindri con una punta valorizzata, vengono piazzati a due per volta, ma solamente uno con il valore visibile a tutti.
Alla fine del turno quando tutti hanno piazzato i loro mediatori si rivelano le maggioranze (intese come somme dei numeri stampati sui mediatori) un quartiere e area alla volta, svolgendo le azioni relative.
In dettaglio si conteggia per ogni quartiere e successivamente una volta sola nel mercato:
- l'ordine giocatori, in base alle somme dei mediatori di ogni quartiere in modo da poter scegliere le pietre preziose arrivate sulle banchine;
- chi ha la maggioranza nella zona del porto per ottenere una pietra nera;
- chi ha il valore maggiore nella zona del mercato per ottenere due monete (i punti vittoria);
- chi ha la maggioranza nella zona del palazzo in modo da ottenere carte spendibili nei turni successivi;
 ed infine nel mercato per ottenere pietre e modificare la loro quotazione.

Le pietre vengono immagazzinate dietro allo schermo di ogni giocatore in modo da tenerne segreta la quantità.

Alla fine dei quattro turni in base alle quotazioni finali delle pietre si calcolano i punti vittoria finali.
Tutti i giocatori mostrano il loro bottino e si conteggia chi ha più pietre per ognuna della quattro tipologie.

L'abbiamo giocato sia in due che in quattro giocatori. Nelle partite a due giocatori abbiamo dato più importanza ai quartieri della città rispetto al mercato, mentre in 4 le fluttuazioni del mercato si sono fatte maggiormente sentire creando dei mega ingorghi nella piazza del mercato. Il gioco ci è piaciuto sin da subito per la sua semplicità e durata. Ora non ci attende che ottenere l'espansione che da quanto dicono completi il gioco.