venerdì 24 febbraio 2017

Come rendere lunga una partita corta

Metti insieme due famiglie: la nostra con due cubetti e la famiglia del docHMD79 con altrettanti piccolini e il piatto è servito.

Decidiamo di vederci sabato a pranzo a casa loro in modo che i bimbi possano giocare assieme.

Le due piccoline smontano, montano, stravolgono la casa inventando meta giochi a tema principesse, mentre il nostro cubetto (su suggerimento del papà di portarsi un po' delle sue macchinine) si butta sulla pista della Hot Wheels e il più piccolino se la dorme beato.
Dopo aver mangiato, il tran tran prosegue come è iniziato e decidiamo di intavolare un titolo leggero. La moglie di IldocHMD79 profetizza che appena conclusa la spiegazione del gioco il piccolo gigante si sarebbe svegliato.
[Ndr: sbaglia di poco perché come predetto finita la spiegazione e cominciato il primo giro ecco sentire un leggero pianto in cameretta, ma ormai abbiamo cominciato e quindi via con le danze!].
Così una partita da un oretta è diventata da circa due ore e poco più, perché il piccolino si è svegliato con 39.5 di febbre, le bimbe hanno avuto bisogno di assistenza in bagno e il grande ogni tanto si annoiava a far girare le macchine cercando compagnia.

Tinner's Trail

Gioco di Martin Wallace, del 2008, da 3 a 5 giocatori, dalla durata di un ora e un po' di più. Edito da Treefog.

Nella ricca Cornovaglia del 1800 le compagnie minerarie (i giocatori) cercano di estrarre rame e stagno dalle miniere per poterle rivendere e guadagnare denari per poter accaparrarsi i punti vittoria migliori.

La partita dura 4 turni e in ognuno di questi un giocatore deve utilizzare i soldi in suo possesso per acquisire migliorie, terreni dove aprire la propria miniera, estrarre i minerali oppure guadagnare sterline.

L'acquisizione di terreni avviene tramite un asta al rialzo, ma i soldi in possesso sono sempre pochini e bisogna essere molto calcolatori per poter far tutto.

Ogni volta che bisogna estrarre qualcosa, lo si sceglie in base al mercato che ogni turno, casualmente, fissa il prezzo delle due tipologie di minerali. Inoltre il costo di estrazione varia in base alla quantità di acqua presente nella miniera.
Quindi è importante prendere alcune delle migliorie perché fanno diminuire l'umidità o anche aumentare il numero di minerali da poter estrarre.
Concluso il turno, si vendono al mercato i minerali acquisiti e si comprano le location dei punti vittoria. 
Anche qui i  punti vittoria maggiori costano parecchio, quindi bisogna cercare di vendere al meglio per poterseli accaparrare.

Alla fine dei 4 turni, si sommano i punti vittoria acquisiti durante la partita definendo il vincitore. 

Conclusa la partita, vinta dal IldocHMD79 su Ladycubetto. La fame di gioco del padrone di casa non si è placata così, mentre le mamme si occupano dei pupi, tira fuori dallo scaffale un gioco ancor più rapido, soprattutto in due.

Tsuro

Gioco del 2004, di Tom McMurchie, da due a otto giocatori.
Molto rapido per la durata e semplicissimo nelle regole. 
Cosa bisogna fare? Creare un percorso tessera dopo tessera cercando di arrivare alla strada dei/degli avversari e sbatterli fuori dal tabellone.
L'ultimo che rimane in corsa ha vinto.
Belli i materiali e l'ambientazione di ispirazione giapponese.

Si parte da un punto sul confine del tabellone e in ogni turno si pesca una tessera e si aumenta il proprio percorso o incidentalmente anche quello degli avversari. Quando accade quest'ultimo caso di cerca di mandare gli avversari su un percorso che porti all'esterno del tabellone in modo da eliminarli dal gioco.

Gioco simpatico, sicuramente un fillerino per riempire il tempo.
Ma la nostra serata non si conclude così!
La nostra piccola cubetta crolla appena salita in auto alle 18.30, mentre il piccolo cubetto la raggiunge per le 21.
E quindi? Sentiamo per caso FaustoXX che ci raggiunge a casa per giocare all'Oracolo di Delphi.
Beh come inizio di fine settimana non c'è male!