venerdì 3 febbraio 2017

Una serata da 5 contro uno.

Serata incredibile a casa Cubetto: eravamo in 6, evento più che raro! I titoli per questo numero di giocatori in nostro possesso non sono molti, onestamente non ci siamo mai posti il problema o la fortuna di essere così tanti.
Ma vista la richiesta di alcuni partecipanti, studiamo un titolo nuovo per noi, seppur ormai datato per gli "addetti ai lavori".

Letters From Whitechapel

Gioco del duo tutto italiano, Gabriele Mari e Gianluca Santopietro, da 2 a 6 giocatori, per la durata di un'ora e mezza circa.


Un giocatore interpreta il famoso serial killer Jack lo Squartatore e gli altri i 5 ispettori incaricati di acciuffarlo. Il gioco si sviluppa nelle 4 notti del 1888, quando Jack uccise quattro "sventurate" o per meglio dire prostitute (una, una, due e una). In questo lasso di tempo, gli ispettori devono riuscire a prenderlo prima che l'assassino si ritiri nel suo rifugio, dileguandosi alla vista della polizia.

Il gioco si presenta con una grande mappa del quartiere di Whitechapel, dove verranno piazzate le sventurate e i Bobbies a fare le ronde.

Se Jack riesce ad uccidere tutte le passeggiatrici vince, altrimenti, se viene arrestato o non riesce a tornare a casa per tempo, perde.

Nel nostro caso per una botta di c... ehm, di ottima bravura di Izioman, Jack ha ucciso tutte le prostitute e si è fatto beffe di noi Bobby. Noi siamo cascati come dei polli nel suo bluff e l'abbiamo cercato nella parte sud, mentre lui aveva preso residenza nel nord. Che pivelli...

La collaborazione tra le forze di polizia si è sentita poco, secondo noi potrebbe essere un miglior titolo per due giocatori invece che da 6, ma è un pensiero tutto  personale.
Molto probabilmente lo abbiamo giocato malissimo, perché documentandomi i risultati ottenuti sono molto diversi dal nostro.

I vari giocatori han detto a fine partita:

IzioMan: "Mi sono divertito ad interpretare Jack, anche perché sbagliando la prima mossa vi ho fregato tutti e ho vissuto di rendita le altre notti. Ma come gioco non mi ha entusiasmato troppo. Preferisco altri titoli per questo tipo di meccaniche".

LadyCaffeina: "Non mi è piaciuto proprio, non ne capisco il senso. Preferisco sensibilmente Nuns of the Run".

MT: "Diciamo che non è stato il cooperativo che mi aspettavo... si giochi in 2 o in 6 non fa moltissima differenza. Solitamente, i collaborativi a cui gioco sono molto più coinvolgenti ed ognuno fa la sua parte. Mi sembra che Jack sia anche un po' tanto avvantaggiato"

LaSere: "Molto complicato e macchinoso, preferisco Scotland Yard perché è più semplice. Comunque non mi è dispiaciuto anche se penso che Jack sia molto agevolato. Certo, fosse troppo semplice prenderlo il gioco finirebbe subito".

PS: ma perché dice di usare i segnalini trasparenti per gli indizi, non si vedono!!!!!