giovedì 21 luglio 2016

Ciao mi chiamano Giovanni e faccio il costruttore

Dopo aver fatto lavoretti in casa tutto il pomeriggio come montare il bastone della tenda in camera da letto, montare due mensole per mettere i giochi in bella mostra in salotto.

Abbiamo sognato in grande e ci siamo sentiti un po' dei costruttori. Così messi a nanna i pargoli abbiamo aperto l'armadio e siamo rimasti attratti da un titolo che abbiamo giocato molto in passato, sia dal vero che on-line.

I Palazzi di Carrara

In verità il gioco non esiste in italiano e infatti sulla nostra scatola il titolo è Die Paläste von Carrara. Edito dalla Hams im Gluck del 2012. 
Uno dei nostri primi giochi con la rotella. Sarà quello che ci ha attratto o la bellezza dei mattoncini colorati o il poter costruire degli splendidi palazzi nelle stupende città italiane come Carrara, Massa, etc?

Il gioco è da 2 a 4 giocatori e dura dopo un po' di partite effettivamente come scritto sulla scatola: un ora. 
Anzi in due ormai in 45 minuti l'abbiamo apparecchiato, giocato e rimesso a posto, ma con grande soddisfazione.

Il gioco si basa sull'acquisire mattoncini colorati, il famoso marmo di Carrara, per poter costruire palazzi di vario tipo nelle 6 città del gioco. Ottenere punti vittoria e, al soddisfacimento dei 3 obiettivi finali, concludere la partita.

Ogni giocatore ha una propria plancia raffigurante le sei città del gioco:

  • Livorno è bianca, 
  • Pisa è gialla, 
  • Lucca è rossa, 
  • Viareggio è verde, 
  • Massa è blu 
  • Lerici è nera

su cui costruirà i palazzi e valuterà il suo lavoro.

Più un tabellone centrale dove si potranno acquistare, tramite pecunia, i mattoncini con cui costruire i palazzi sulle proprie città.
Una volta che un giocatore conclude gli acquisti può scegliere di valutare il suo operato.
La valutazione consta nell'ottenere punti vittoria e/o soldi dalla stima delle singole città oppure di una tipologia di palazzo indipendentemente da dove sia stato costruito. Un obiettivo finale da raggiungere è eseguire almeno 4 valutazioni.

La famosa rotella serve per comprare i mattoncini, che devono essere sempre 11 in gioco. Ogni volta che un giocatore vuole comprare, questa viene girata e vengono posizionati i mattoncini mancanti. La rotazione serve per far diminuire il prezzo fino a farli diventare gratuiti.

Una volta acquisite le materie prime è il momento di costruire i palazzi. Ognuno ha un valore differente in base a quanti mattoncini ci vogliono per erigerlo. Ecco un secondo obiettivo è fare almeno 30 punti in due giocatori.
L'ultimo obiettivo da raggiungere sono i tasselli relativi ai palazzi costruiti che devono essere almeno 8.

Che dire, il gioco ci è piaciuto da subito e più ci giochiamo e più ci piace!


LadyCubetto che a questo gioco mi fa immancabilmente il mazzo dice che usa più o meno sempre la stessa tecnica. Io non l'ho ancora capita come si evince dai pessimi risultati.