sabato 20 agosto 2016

Albenga Dreams 2016 e il sogno continua (parte seconda)

Seconda giornata, stesso luogo, stesse persone, ma altri giochi!
Giornata iniziata al mare di Laigueglia, i cubetti si sono ben bene sfondati a suon di tuffi e corse sulla battigia.

Pomeriggio in relax in campagna a ricaricare le batterie per la serata.

Cena in centro con i suoceri e i cubetti, serviti direttamente da Wonder Woman.
In giro ancor più cosplayer del giorno prima, tutto per la gioia dei piccoli cubetti e diciamolo anche nostra.

Finita la cena ci dirigiamo verso lo stand dei giochi, perchè avevamo promesso di far giocare i bimbi e volevamo essere di parola.

Arrivati ai tavoli il piccolo cubetto viene subito rapito dal gioco dei ragni che devono mangiare le formiche prima che riescano ad arrivare sane e salve nel formicaio. Così ci sediamo al tavolo dove anche la piccola si unisce nella cattura.

Spinderella


Gioco del 2014, da 2 a 4 giocatori di Roberto Fraga. Edito da Zoch Verlag. Gioco che ha vinto nel 2015 il famoso Spiel des Jahres categoria bambini, dalla durata di 20/40 minuti.

Le regole sono molto semplici, ogni giocatore deve portare le sue 3 formiche da una parte all'altra del percorso, senza farsi prendere dal ragno che le riporta al punto di partenza.
In ogni turno vengono tirati 3 dadi (verde, marrone e nero).
In base all'animale che esce sul dado verde possono verificarsi 3 situazioni.


1. Formica rossa: si può muovere una propria formica sul percorso di quanti spazi sono indicati dal dado marrone. Se la formica che si muove ne ha un'altra sulla schiena, questa si sposta con lei.
2. Ragno nero: si spostano i ragni in base al numero presente sul dado nero. Se si cattura una formica si ha diritto a spostare la propria formica di quanti spazi indicato dal dado marrone.
3. Foglia bianca: si sposta il tronco sul percorso per coprire e non far più muovere una formica avversaria.

Vince chi porta per primo tutte
le proprie formiche sane e salve al traguardo. 

Il gioco è molto scenico, infatti il piccolo cubetto è stato attirato proprio da quello, ma alla fin fine è un gioco dell' oca evoluto in tre dimensioni che dopo
 qualche turno ha stufato il nostro futuro iron-cubetto-man. Ma ormai era in trance da giochi, quindi si è alzato e ha cambiato tavolo.

Si è diretto verso dove era apparecchiato un gioco per tutte le età:

Bicchierini Sprint


Gioco del 2014, edito dalla Giochi Uniti, da 2 a 4 giocatori. Sulla scatola c'è scritto dai 6 anni in su, ma ci ha giocato il piccolo cubetto che ne ha solo 4. Sarà un genio?!?!??!
Dalla durata di? Mah dipende quando i giocatori si stancano, altrimenti possono andare avanti all'infinito.

Il gioco è molto semplice. Ogni giocatore ha 5 bicchierini colorati, in ogni turno viene rivelata una carta raffigurante una sequenza verticale o orizzontale: vvince la mano chi riesce a ricrearla per primo.

Abbiamo fatto un po' di partite con il piccolo cubetto; all'inizio con l'aiuto di papà e successivamente da solo. Ovviamente con i suoi tempi di risposta, ma si è applicato molto e si è divertito.
Anche i nonni visto il divertimento generale han provato il gioco e ne sono rimasti contenti.
Fatti felici i bimbi, li accompagniamo alla macchina, e con un bel bacio della buona notte li lasciamo ai nonni per ritornare ai tavoli da gioco.

Ecco ora possiamo alzare l'asticella. Roberto ci ha portato Augustus, ma mentre aspettiamo che finisca di giocare con Fabio a Santiago de Cuba, proviamo due titoli molto più leggeri:

Hengist


Gioco da 2 giocatori di Uwe Rusenberg, del 2015 edito da Uplay.
Regole semplici e di durata molto contenuta.
Il gioco è costituito da una mappa modulare, che rappresenta il territorio da scoprire con i percorsi verso le risorse, una nave vichinga e delle carte per poter muovere i meeple.
Il movimento della nave scandisce i turni. 
In ogni turno, attraverso l'uso delle carte, un giocatore muove i propri meeples cercando di recuperare risorse.
Il movimento avviene su un percorso parzialmente nascosto, in modo da aggiungere un po' di pepe alla partita.
Alla fine del viaggio della nave il gioco finisce e chi ha ottenuto più punti, dati dalle risorse acquisite, vince.

Bella l'idea del percorso nascosto, ma abbiamo notato che da un certo punto della partita in poi si hanno una marea di carte in mano ed è facile poter fare qualunque percorso. Mah... avremo sbagliato qualche regola? 
Insomma il giochino è carino, ma nulla di ché, diciamo che Patchwork è un altra cosa eheheh...


Poiché Fabio e Roberto a quel punto non avevano ancora finito la loro partita, abbiamo provato un altro titolo leggero.

Welcome to the Dungeon


Gioco del 2015, da 2 a 4 giocatori. Edito da Uplay dell'autore Masato Uesigi.
Il gioco consiste nell'esplorare un dungeon e cercare di sopravvivere uccidendo le creature che lo popolano.

La partita non ha tempi fissi, ma si conclude quando un giocatore riesce ad esplorare con successo 2 volte il sotterraneo.

La meccanica nel gioco sta nel creare il dungeon attraverso la pesca di carte mostro. Viene piazzato in mezzo al tavolo un eroe con tutte le sue caratteristiche, armi e difese. In ogni turno un giocatore sceglie se abbandonare l'impresa oppure pescare dal mazzo una carta mostro. Una volta pescata, decide se aggiungere il mostro coperto in modo da non scoprirlo agli avversari oppure tenere la carta e togliere una caratteristica all'eroe di turno. L'ultimo che passa interpreterà l'eroe e dovrà sconfiggere i mostri oppure perdere la mano.

Molto rapido e anche molto carino. Dentro alla scatola ci sono 6 eroi e le carte mostro sono tante, quindi le partite sempre diverse. Bello il meccanismo di costruzione del dungeon in maniera segreta, cercando di costruire la stanza in modo da vincere il round o cercare di creare una mega trappola per gli avversari. L'abbiamo giocato sia con altri giocatori che solamente io e LadyCubetto, risultato? L'abbiamo trovato molto interessante.

Finita la partita eravamo tutti liberi e abbiamo finalmente apparecchiato

Augustus


Gioco del 2013, di Paolo Mori. Da 2 a 6 giocatori. Vincitore del premio Spiel des Jahres del 2013.

Regole semplici e durata contenuta ne fanno un titolo per famiglie da avere in collezione. 

Il gioco è composto da un sacchetto nero contenente i numeri... ops scusate i simboli, che si possono trovare sulle cartelle. Ancora? Intendevo dire  le tessere! che ognuno ha nella sua area di gioco. Si comincia con tre tessere ciascuno e ad ogni pescata si piazzano i fagioli/meeples sul relativo simbolo. Quando si coprono tutti i simboli si urla "Tombola!"... Noooo! "Bingo!" Ma no, si urla "Ave Cesare" e si ottengo i bonus di quella tessera.

In base al colore delle tessere ottenute (obiettivi) si possono ottenere ulteriori bonus che daranno punti vittoria o abilità speciali.

Il gioco si conclude quando un giocatore riesce a centrare 7 obiettivi, si contano i punti ottenuti, chi ne ha di più...vince.

Bel gioco! E' vero sembra una tombola come avevamo letto in giro, altra ovvia pecca è il fattore fortuna, presente e sentito, ma ci è piaciuto molto lo stesso. Alla fine il nostro parere post-giocata è tanto positivo da convincerci a comprarlo. Molto carino. [ndr. l'abbiamo acquistato... era un offerta irrinunciabile!]

Ma la serata era ancora giovane e un altro un titolo ci stava. In più non erano ancora pronti i bomboloni da portare a casa, quindi avanti un altro!

Las vega


Gioco della Ravensburger, del 2012 di Rüdiger Dorn , da 2 a 5 giocatori.
In questo gioco siamo catapultati a Las vegas, ai tavoli da gioco dove si tirano i dadi.
Si piazzano i 6 tavoli da gioco (uno per ogni possibile valore del dado) e si piazzano i premi (da 70 dollari in su). 
Ogni giocatore al primo turno lancia i propri 8 dadi. Sceglie un numero e piazza tutti i dadi con quel numero sul relativo tavolo . Poi tocca al giocatore successivo. Quando tutti hanno finito i dadi, si assegnano i premi in base alle maggioranze sui tavoli. 
Finito il gioco chi ha più soldi ha vinto.

Bel gioco, veloce e simpatico. Sembra superficiale ma non è vero, un po' di strategia bisogna mettercela se vuoi vincere! Ovviamente ho perso ahahah ma mi sono divertito molto.
Seconda serata conclusa in maniera molto soddisfacente, ora rivediamo la classifica come si è rimescolata:

Classifica della giornata:

LadyCubetto
  1. Augustus (voto 7.5)
  2. Medieval Academy (voto 7.45)
  3. Sheriff of Nottingham (voto 7.25)
  4. For Sale (voto 7)
  5. Dr. Eureka (voto 7)
  6. Las Vegas (7-) (non è male ma non è il mio genere)
  7. Welcome to the Dungeon (6.57)
  8. Hengist (6.3)
Io
  1. For Sale (voto 7,5)
  2. Medieval Academy (voto 7.30)
  3. Augustus (7+)
  4. Las Vegas (7)
  5. Sheriff of Nottingham (voto 7)
  6. Welcome to the Dungeon (7)
  7. Dr. Eureka (voto 6,5)
  8. Hengist (5,5)
...to be continued