giovedì 24 settembre 2015

Una serata da vichinghi


Serata leggera perché l'indomani LadyCubetto deve alzarsi alle 5.30, quindi alle 22 propongo un fillerino di una mezz'oretta... ma lei non ci sta, vuole di più! Senza esagerare ovviamente, così optiamo per un giochetto carino, leggero ma che rigiocato dopo tanto tempo e soprattutto esserci immersi in giochi molto più spremi meningi ce lo fa apprezzare di più. 
Ma di cosa stiamo parlando? Ma di Trollhalla ovviamente!

Trollhalla


Gioco ideato da Alf Seegert nel 2011. Molto fumettoso nella grafica. 
Nel gioco si interpreta una popolazione di vichinghi (una per giocatore) con la quale andar per mare e razziare le varie isole, facendo prigionieri.

Lo scopo del gioco è fare punti vittoria grazie alle razzie eseguite sulle isole.





Ogni turno un giocatore:

  • piazza due dei sui vichinghi sul tabellone
  • può giocare una o più coppie di carte che ha in mano per eseguire azioni che spiegheremo in seguito
  • tirare un dado per far salpare una nave.
La prima e la seconda azione sono obbligatorie!
I vichinghi possono essere piazzati nel seguente modo:
  • su una nave (ma mai due vichinghi dello stesso colore consecutivi)
  • su una rotta che collega due isole ottenendo la carta relativa al simbolo disegnato.



Le carte che si possono prendere sono:

  • sole: permette di eseguire una nuova azione 
  • tempesta: permette di eliminare una pila di vichinghi da una rotta
  • vento: permette girare una pila di vichinghi su una rotta sopra/sotto oppure girare una nave davanti/dietro





Come ultima azione prima di concludere il turno il giocatore deve tirare il dado per identificare quale nave salperà. In base al colore che esce, una delle tre possibili (gialla, rossa e blu) potrà muovere (ma solamente una nave che ha tutti gli spazi pieni); questa si dirigerà verso un'isola da razziare seguendo la rotta con la maggioranza di vichinghi, altrimenti:
- viene piazzato un vichingo neutro su una nave che non può salpare
oppure
- viene piazzato un vichingo neutro su una rotta perchè nessuna di quelle percorribili ha la maggioranza

Ma cosa razziano 'sti vichinghi?
Persone, gioielli e animali che come abbiamo detto daranno punti vittoria.


Se si ottengono sulla propria plancia 4 bottini dello stesso tipo si ottiene un bonus a fine partita come anche se si ottiene un bottino per ogni tipologia possibile.


Ogni volta che una nave salpa da un isola questa viene rifornita di bottini. La partita si conclude quando un isola non può essere più rifornita completamente e si contano i punti.



Ho omesso qualche regola ma vi rimando al regolamento :)




Il gioco gira bene sia in due che in 4. Ti pesti i piedi sempre e dopo qualche partita capisci anche quali sono i bottini più utili da prendere e soprattutto quando prenderli. 

L'uso delle carte rappresenta l'interazione con gli altri in quanto l'ordine sulle navi o sulle rotte incide sui bottini che vengono razziati.
Infine il tiro del dado da l'imprevidibilità a qualunque strategia uno crei.

Insomma per una serata leggera si ci può bagnare la faccia con acqua di mare e razziare qualche isoletta.