martedì 5 aprile 2016

Gli artigiani: quando il lavoro non industriale dà grandi soddisfazioni

Serata abbastanza tranquilla... i piccoli cubetti son malati ma comunque dormono lo stesso la notte (adesso). Io e Lady Cubetto siamo un po sfatti (bacilli bambineschi a cui si aggiunge il lavoro) ciò nonostante ultimamente abbiamo fatto un po di acquisti... beh siamo sinceri un po di più di po ma vabbè.
Dopo serate li li per giocare ma poi nulla di fatto, finalmente siamo riusciti a giocare ad uno degli ultimi arrivati.

Five Tribes – I Geni di Naqala 
+ esp. Gli Artigiani di Naqala

il doppio nome è dato dai componenti presenti nella scatola, ci sono dei geni nuovi e i coloratissimi meeples viola: gli artigiani.

Gioco del 2015 della Days of Wonders, amplia e forse stravolge un po le meccaniche del gioco base, ma ne parliamo dopo, di Bruno Cathala.


L'autore come detto ha aggiunto in questa espansione delle nuove tessere per formare la plancia e dei nuovi componenti, vediamoli in dettaglio:

il baratro: una tessera invalicabile! non si può passare oltre, altrimenti la morte!

la tenda: vale come un cammello per quanto riguarda il posizionamento, ma nel conteggio finale non si conta solamente la sua tessera, ma anche tutte quelle nel suo perimetro che hanno raffigurato un numero su sfondo rosso.

le montagne: come il baratro non permettono il passaggio dei meeples, tranne se usi il tappeto volante.

Cosa ho scritto? Eh si, gli artigiani sanno costruire il famoso tappeto volante per poter volare più lontano!


E quindo la vera novità: gli artigiani (meeples di colore viola). 

Secondo me sono un mischione delle meccaniche dei verdi, gialli e bianchi.

Perché un mischione? 
Semplicemente perché alla fine della partita chi avrà più meeples viola avrà più punti degli altri (simil meeples gialli). 

Inoltre li puoi usare/sacrificare per prendere una mercanzia prodotta dall'artigiano (simil bianchi che usi per ottenere geni).

Infine se con l'azione movimento (il motore del gioco) alla fine recuperi dei meeples viola ottieni tanti oggetti quanti meeples hai recuperato (simil meeples verdi).

Ma vediamo gli oggetti che producono:
  • un coltello per poter uccidere due meeples dove ci pare,
  • un anello per poter riprendere un oggetto già usato,
  • una lampada per ottenere un genio,
  • il tappeto volante,
  • un corno per riordinare le merci a nostro piacimento,
  • etc...
Ma vediamo le nostre opinioni dopo averlo giocato sia in due che in 4 giocatori.

Inizio io che il blog è mio :P il gioco è bello, si possono fare un sacco di cose in più durante il proprio turno. I nuovi artigiani aumentano la possibilità di fare punti e gli oggetti, magici e non, permettono di fare azioni mirabolanti. Ad esempio la tenda se la piazzi nel posto giusto fai un botto di punti alla fine, la mia ha fruttato 50 punti in un partita!

Ma passiamo al punto di vista di Lady Cubetto
il gioco non è più lui, vista la possibilità di fare punti con qualunque mossa si perde il gusto di pianificarla per poter raccogliere l'ambito meeple rovinando la strategia che traeva in inganno l'avversario.
Inoltre i punti che si possono ottenere in un turno sono pure troppi.
Insomma secondo lei tutto è stato reso troppo potente perdendo la bellezza del gioco base.



E ora? Lo teniamo o lo diamo via?

"Bisogna creare una Gilda degli artigiani per poter fronteggiare il volere di lady Cubetto. Gli artigiani di Naqala non se ne andranno!!!"