sabato 23 aprile 2016

Una pezza mancante? Ora non più

Ciao a tutti,
come già detto da Dado in questo post, le case editrici curano i loro "giocatori".

Durante una delle ultime Math Trade abbiamo ricevuto Patchwork (il post relativo lo potete trovare qui) e, come detto nella descrizione, era mancante di una pezzetta di pelle. Sempre come consigliava l'inserzionista, ho scritto alla Lookout Games editore del gioco, raccontando la mia disavventura e...
alla fine abbiamo ottenuto la pezzetta.

Dopo la prima mail, in tempi stra-brevissimi, mi hanno risposto, prima dicendo che purtroppo non ne avevano in quel momento, ma che volendo mi avrebbero mandato altre pezzette, nel caso le smarrissi.


E invece il 20 aprile cosa trovo nella cassetta delle lettere?



Una piccola busta gialla, con l'indirizzo credo scritto da un amanuense vista la perfetta e bella calligrafia. 



Così dopo la foto di rito, apro la busta e... eccola la pezza mancante.

Quindi come succede per i libri o i video giochi anche nei giochi in scatola quando si acquista bisognerebbe valutare:
  • regolamento del gioco: per capire se alla fine ti piace o meno;
  • autore: di solito come Follet, Eco, Clancy, Baldacci (sempre che i loro generi letterari vi piacciano) se il gioco è di Feld, Rosenberg, Cathala, Attia, Wallace è facile andar sul sicuro;
  • casa editrice: Queen Games, Rio Grande, Lookout Games, Ravensburger ti danno la "sicurezza" che la scatola sia resistente, il tabellone di buona fattura e dei token ben fatti.

Quindi un mio sentito ringraziamento alla Lookout Games per la fantastica collaborazione. 
Sicuramente avrete la mia, pur piccola, pubblicità con amici e gamers!