giovedì 28 aprile 2016

I romani fanno le cose in grande e ne fanno tante

Dai che stiamo tornando alla normalità: bimbi sani che vanno all'asilo e serate con i cinghiali!

I bimbi decidono di venirci incontro andando a nanna alle 21. E' la serata giusta per apparecchiare 

Trajan

Gioco del maestro Feld, del 2011, edito da HUCH! & friends. Da 2 a 4 giocatori, dalla durata dall'oretta in 2 alle due in 4, ma molto dipende da quanti pensatori ci sono al tavolo ovviamente. 

Ormai io e LadyCubetto, avendo già diviso i vari componenti in pratici sacchettini, montiamo, giochiamo e smontiamo in un'ora spaccata. 
All'inizio della nostra carriera di compratori di giochi c'eravamo imbattuti in un venditore di Cinisello Balsamo (boardgame invasion), da cui avevamo acquistato non ricordo ben cosa. Visto i nostri gusti ci voleva vendere un gioco appena arrivato, Trajan. Sembrava carino, ma non lo acquistammo.
Che grande errore! Per fortuna abbiamo recuperato nel tempo.

Torniamo al gioco in maniera organizzata e disciplinata come un'armata di legionari.

Il gioco dura 4 anni, no aspettate non nel vero senso della parola, ovviamente solo in modo figurato! E ogni anno è diviso in 4 trimestri; alla fine vince chi ha più punti vittoria. 

A seconda del numero di giocatori la lunghezza di un trimestre è variabile.
In ognuno di questi vengono mostrate le tre richieste del popolo (giochicibo, armate) che ogni giocatore deve soddisfare alla fine dell'anno, pena sottrazione di preziosissimi punti vittoria. 

Di solito cerco di non perdere mai questi punti e soddisfare le richieste. 

Il motore del gioco è il mancala. Ogni giocatore ha una plancia con 6 spazi per i cilindretti colorati. Le sezioni identificano le 6 azioni che il giocatore può effettuare quando conclude il movimento del mancala.

  1. Arco di Traiano
  2. Costruzione
  3. Foro
  4. Legioni
  5. Senato
  6. Commercio
Il numero di cilindretti spostati identifica il tempo che passa (e si segna sul percorso "trimestre"). Se l'ultimo cilindretto viene posizionato su uno spazio contenente una tessera Traiano e, se è soddisfatta la combinazione dei colori, si ottiene il beneficio e i punti vittoria di quella tessera.

Arco di Traiano



Le tessere sopracitate si ottengono con l'arco di Traiano, e sono di 6 tipi diversi:
  • una risorsa per sempre (+1 pv);
  • piazzare due lavoratori nell'accampamento dalle costruzioni o legioni (+2 pv);
  • prendere due carte coperte (+3 pv);
  • prendere un segnalino 2x (+4 pv);
  • piazzare un lavoratore nell'accampamento dalle costruzioni o legioni (+5 pv);
  • ottenere 9 punti vittoria.
Di solito questa un azione che eseguo meno di altre, indipendentemente da quanti giocatori ci siano al tavolo. Ma quando la eseguo punto a prendere risorse e piazzare lavoratori durante la partita, mentre verso la fine del gioco scelgo i 9 punti vittoria. 
Diversamente dal solito, nell'ultima partita LadyCubetto e io abbiamo utilizzato in maniera massiccia  il tassello 2x. Ci ha piacevolmente sorpreso il poter innescare successivamente azioni più volte invece della classica singola volta, facendoci scoprire un altro lato di questo gioco, tutto da approfondire e sfruttare.

Costruzione

Un'altra azione importante che può far la differenza a fine partita è la costruzione. Questo perchè un giocatore costruisce tetti, porte, finestre, etc.. ottenendo subito dei punti e, a fine partita, se si è  riusciti a costruire 3 o 4 oggetti uguali, si ottiene un tesoretto pesante.
Di solito è quello che cerco di fare per poter fare un salto di 30 o 40 punti alla fine e ribaltare il risultato finale. Fondamentale!

Foro

Con questa azione è possibile prendere una risorsa, un azione supplementare oppure dei jolly da usare a fine anno.

T
roviamo ancora un'altra azione fondamentale per raccogliere le risorse che mancano per soddisfare il popolo a fine anno o duplicare le azioni da effettuare.
Legioni

Con le proprie armate romane è possibile invadere nuove terre, raccogliendo i tasselli presenti e, se si insedia una legione, ottenere i punti vittoria relativi.
Questa azione la uso per raccogliere le risorse che mi mancano, ma non per far punti. Questo perchè, mentre le altre azioni sono diciamo "con un passo solo" per questa ci vogliono due giri per ottenere punti e quindi è più dispendiosa in termini di tempo.

Senato

Questa azione è dipendente dal numero di giocatori. Primo perchè l'ordine sul suo tracciato definisce l'ordine di gioco e secondo perchè i primi due giocatori prenderanno gli obiettivi che daranno punti a fine partita.
La uso poco quando gioco con LadyCubetto, perchè anche se ogni volta che si avanza sul senato si prendono punti e chi arriva primo prende l'obiettivo finale migliore, in due perde significato perchè l'obiettivo lo prendi comunque (anche se con punteggio inferiore) e le azioni sono così tante che qualcosa comunque si combina...
Mentre quando si è in tanti, si può assistere a delle battaglie all'ultimo sangue per non perdere l'obiettivo migliore e non rimanere senza.

Commercio

Infine l'ultima azione è il commercio. In base agli obiettivi può essere utile vendere le proprie mercanzie, in modo da ottenere punti immediati, ma anche punti a fine partita.
E' una delle azioni predilette da LadyCubetto, produce mercanzie e le vende a tutto spiano, mentre io la faccio poche volte durante la partita. 
Sbaglio? Mah! Per ora non mi sembra abbia mai cambiato l'esito della partita.

Bene, il gioco è questo. Come vedete le azioni sono sei, e praticamente tutte fondamentali! L'equilibrio e il contrastare l'avversario sono le carte vincenti...


E' bello, bello e bello. 
Lo giocherei di continuo. Una volta giocato per un po' di volte diventa anche rapido. La fortuna centra poco proprio come piace a noi, mentre la strategia unita anche ad un po' di tattica lo rende molto profondo e interessante.
Se volete un buon german dove si rimane poco a bocca asciutta, ve ne consiglio caldamente l'acquisto.