giovedì 17 novembre 2016

Piazzamento alla americana

Ciao eccoci di ritorno da Lucca, con ancora il gusto dello spezzone di partita a Sçythe in bocca.
Siamo riusciti a provarlo domenica, prenotando il tavolo circa un'ora prima, assieme a IzioMan, LadyCaffeina e Fabio (Giochi e Giocatori).
Il dimostratore si è rivelato all'altezza del titolo. Ottimo il gioco e gran spiegatore il ragazzo, infatti sin dal primo turno padroneggiavamo le azioni possibili.
Dopo aver giocato qualche turno (circa un'ora di gioco) avevamo collezionato uno, o al massimo due, degli obiettivi che fanno scattare la fine della partita, ma la voglia di vedere come sarebbe finita era rimasta lì, insoddisfatta.

Così il lunedì di ritorno, sentiamo IldocHMD79, che lo aveva ricevuto da qualche settimana da KS (ma quante ne sa, che occhio lungo che ha avuto), e gli proponiamo di spiegarglielo in cambio di una partita completa.

N.d.r.: LadyCubetto è tornata afona e forse con una leggera febbre, ma alla possibilità di poter giocare un'intera partita, si ingolla una Tachipirina 1000 ed è della serata!

Ore 20.45 siamo a casa sua e dopo 5 minuti, mentre IldocHMD79 mette a nanna i suoi due splendidi pupi, noi defustelliamo e prepariamo il setup.

Sçythe

Gioco del 2016, di Jamey Stegmaier, da 1 a 5 giocatori (per ora, perché ci sono già due altre fazioni sulla mappa), edito in italia da Ghenos Games. Le edizioni GG e KS differiscono per la dimensione della mappa e le miniature dei personaggi (in resina anziché in plastica).

Il gioco è composto da un tabellone centrale raffigurante la mappa degli esagoni da esplorare, che danno diverse risorse (legno, petrolio, grano e metallo), le carte combattimento, i tracciati della potenza militare e della popolarità, gli obiettivi raggiungibili, le carte fabbrica, le carte evento ed un bonus finale diverso da partita a partita.

Ogni giocatore ha due plance: una identifica la propria fazione e l'altra le azioni disponibili (stesse azioni ma in diverse posizioni per ogni giocatore). Inoltre, nel proprio colore, ognuno ha un personaggio relativo alla fazione, 4 mech, meeple/lavoratori (queste tre categorie sono tutte diverse da giocatore a giocatore, sia fisicamente che come abilità), cubetti e 4 cilindri. 

Insomma di roba ne possiamo trovare tanta in questa scatola!

Ma chi vince e quanto dura? 
Iniziamo con la seconda domanda, il gioco si conclude quando un giocatore riesce a raggiungere 6 obiettivi tra i 10 proposti.
Per vincere bisogna aver guadagnato più soldi degli altri.

Si parte con il proprio personaggio e due meeple piazzati sul tabellone. Ad ogni turno un giocatore può scegliere una sola azione della propria plancia, che deve essere diversa da quella precedente. 
Le azioni possibili sono 8 e divise in 4 blocchi. Ogni blocco ne contiene due (una sopra e una sotto) e nel turno se ne può eseguire una o tutt'e due, se si hanno i requisiti.
Le azioni nella parte alta della plancia sono:
Muovere: spostare i proprio segnalini (il bello è che i lavoratori possono portarsi dietro le risorse prodotte e i mech possono portarsi dietro anche i lavoratori).
Commerciare: prendere due risorse, anche uguali, e piazzarle vicino ad un proprio segnalino.
Produrre: si possono produrre risorse in esagoni diversi in base a quanti lavoratori si hanno nelle zone di produzione scelte.
Guadagnare: ottenere monete o punti militari.

Mentre nella parte bassa, troviamo le azioni che necessitano di risorse per poter essere attivate:
Aumentare gli sviluppi: è possibile aumentare il potere di un'azione della parte alta e contemporaneamente ridurre il costo di una di quelle della parte bassa, spostando un cubetto da sopra a sotto;
Creare Mech: produrre un mech a propria scelta (ogni mech dà un abilità diversa al giocatore);
Costruire un edificio: si colloca sulla mappa un edificio che dà dei benefici;
Arruolare: aumentare il livello delle proprie armate, ottenendo benefici permanenti.

Muovendosi è possibile ottenere carte fabbrica (che danno la possibilità di avere un'azione ulteriore), carte evento (che danno dei bonus) e incontrarsi/scontarsi con gli avversari.
Se si incrociano dei meeple avversari, li si rimanda a casa, perdendo in popolarità, ma accaparrandosi le eventuali risorse, mentre se si incontrano Mech o gli altri personaggi si scatena il combattimento. Ogni giocatore segretamente decide quanti punti militare giocare (max 7 - verranno persi in ogni caso a fine combattimento, sia in caso di vittoria che di sconfitta) sommati a quelli eventualmente di una carta combattimento: chi ha il punteggio maggiore vince, rimandando sulla plancia eventuali mech avversari e sulla zona di partenza l'eventuale personaggio presente. Come prima, le risorse rimangono legate all'esagono.

Tra combattimenti, esplorazioni, produzioni e costruzioni, appena si risolvono 6 obiettivi il gioco, come detto, si conclude e si contano i soldi!

Ho rispiegato Scythe ad IlDocHMD79
"esattamente" (beh più o meno...) come ha fatto il ragazzo in fiera e infatti anche lui sin da subito ha avuto chiare le meccaniche di gioco.
Ogni turno è facile capire cosa si possa fare e il susseguirsi delle azioni da intraprendere. Ovvio che gli avversari potrebbero modificare la strategia durante la partita, ma si riesce sempre a fare qualcosa di utile ai propri fini.
Noi lo abbiamo provato sia in 5 che in 3, mentre amici l'hanno testato anche in 2. Ed ogni volta il gioco non ha perso la sua bellezza e le sue peculiarità.
Una cosa enormemente interessante è che nessuno può (se non è che proprio lo si vuolerimanere fuori dal gioco e guardare gli altri giocare. Infatti durante la partita a 3 sono stato militarmente maltrattato e bistrattato da tutti, rilegato nel mio territorio senza aver possibilità di espandermi, mentre loro viaggiavano da una parte all'altra della mappa, ma seppur costretto e avendo risolto solo 4 obiettivi a fine partita sono riuscito a vincere!
Le plance, nonché le fazioni, hanno poteri e capacità diverse che rendono il gioco ancor più vario.


NB Due obiettivi sono "vincere un combattimento": potenzialmente si può giocare un'intera partita anche senza combattere o combattendo sempre, dipende dalla compagnia ludica!

Gran bel gioco, IldocHMD79 gli ha dato un 8,5 e mi trovo concorde con lui. Forse uno di quei titoli che bisogna avere in collezione.