sabato 24 settembre 2016

Meglio low cost o compagnia di bandiera?

Ciao,
ieri sera Lo Re è venuto a trovarci assieme a LadyCaffeina e IzioMan, per la felicità dei piccoli cubetti.
Dopo aver aperitivato sul terrazzo e mangiata l'immancabile pizza, (sì perchè visti gli ospiti, esiste un equazione non scritta dei i miei figli, secondo cui LadyCaffeina + IzioMan = pizza).

Purtroppo la CocaCola o la serata euforica han fatto si che LadyCubetto passasse mezza serata ad addormentare i piccoli, mentre noi abbiamo deciso di provare un titolo leggero, ma molto interessante.

Airlines Europe


Gioco del 2011 di Alan R. Moon, l'ideatore di Ticket To Ride. Edito da Abacusspiele da 2 a 5 giocatori, ma dà il suo meglio dai 3 in su.

Il gioco è formato da un tabellone, raffigurante l' Europa con le tratte aeree che collegano le varie città e le carte raffiguranti le azioni delle varie compagnie.

In base al numero di giocatori però si utilizzano solo un certo numero di compagnie aeree.

Il bello di questo gioco è che nessuno è proprietario di una compagnia in particolare, ma tutti acquisiscono azioni e cercano di fare aumentare le quotazioni di tutte le compagnie di cui sono soci maggioritari per ottenere maggiori punti vittoria.

Il gioco è scandito dall'uscita di 3 conteggi parziali, dopodiché si fa il calcolo dei punti vittoria e si decreta il vincitore.

In un turno un giocatore può eseguire una delle 4 azioni possibili:

  1. Creare una  connessione tra due città piazzando un aereo di un colore a propria scelta, pagandone il prezzo in milioni di euro;
  2. Vendere N azioni di una compagnia che si ha in mano oppure vendere 2 azioni di compagnia diverse e ottenere milioni di euro;
  3. Restituire una o tre carte azione per ottenere una o due azioni della mega compagnia aerea (non presente con le sue flotte sul tabellone);
  4. Prendere 8 milioni di euro.

Il gioco risente ovviamente del fattore fortuna, amplificato quando si gioca in due. E di un sovraffollamento quando si i giocatori sono 4 o 5. 
Però trovo molto interessante il succedersi delle quote di maggioranza da parte di un giocatore o di un altro durante la partita. Si può cercare di costruire una strategia, ma alla fin fine ti devono uscire le carte, altrimenti si rischia di aiutare un diretto concorrente.
Valutazione finale? Brava LadyCubetto a farlo entrare in collezione. Ci piace!