giovedì 27 ottobre 2016

La via del vetro a casa tua

Sembra il titolo di una pubblicità del tipo "Prendi la cornetta! Laviadelvetro ti aspetta!"... e invece qui si parla di un gioco di Uwe Rosenberg, ormai di qualche anno fa.
Puntato appena uscito, ma mai approdato in collezione finché, dopo averne parlato con il nostro pusher di fiducia, Faustoxx, abbiamo deciso che era giunto il momento.

Glass Road

Gioco del 2014, da 1 a 4 giocatori, da 75 minuti fino anche a 2 ore in 4, di Uwe Rosenberg edito in Italia da Cranio Creations.

Non so bene il motivo e quindi non chiedetelo, ma pensavamo ad un gioco complicatissimo quando al contrario la meccanica di gioco è semplice ed intuitiva.
La prima cosa che salta all' occhio sono i materiali: spessi, massicci, ben leggibili. Infatti la scatola pesa un botto. Non mettetelo al centro di una mensola lunga, altrimenti...

Lo scopo è recuperare risorse per poter acquistare edifici. Ogni edificio ha un punteggio ed a fine partita la loro somma designerà il vincitore.
Il gioco dura 4 periodi e ognuno di questi dura 3 turni.

Al centro del tavolo si piazza una plancia con gli edifici acquistabili, che sono di 3 categorie:

  • produttivi, danno dei benefici permanenti per ottenere risorse;
  • una tantum, appena piazzati concedono un beneficio;
  • bonus finali, come dice il nome frutteranno punti a fine partita in base alla descrizione della carta.

Ad ogni giocatore viene assegnata una plancia personale con delle foreste, delle cave e dei boschi, da rimuovere al fine di poter costruire gli edifici acquistati.

Il motore del gioco sta nell'uso del proprio mazzo di carte (15), uguale per tutti i giocatori. Ogni carta ha due azioni eseguibili e un costo di attivazione. In ogni periodo ne vengono scelte 5 e in ogni turno una viene piazzata davanti a sé coperta. In senso orario ogni giocatore scopre la sua mentre gli altri controllano se l'hanno in mano. Se si è gli unici ad aver scelto la carta si eseguono entrambe le azioni (pagando gli eventuali costi di attivazione). Se, invece, diversi giocatori hanno scelto la stessa carta, allora  tutti questi possono scegliere una sola delle due azioni possibili. Ogni giocatore potrà durante il periodo giocare al massimo due carte dalla sua mano, scelte da un altro giocatore nella maniera sopra descritta.

Come detto, dopo 4 periodi il gioco si conclude e si sommano i punti.

Abbiamo provato il gioco sia in 2 che in 4 ed è scalato bene, senza perdere appeal, anche se in 2 il tempo di gioco si riduce sensibilmente. Il gioco è molto semplice una volta capiti i meccanismi, ma bisogna padroneggiarlo bene per conoscere i vari tipi di edifici. L'alto numero di edifici presenti nel gioco garantisce longevità al gioco stesso. Interessante la fase di scelta delle carte : bisogna pensare bene a quale mettere in campo, per poterle sfruttare tutte e 5. La dipendenza dalla lingua non è alta, ma è presente, può non essere vincolante, ma da tenere presente durante l'acquisto!