martedì 24 ottobre 2017

Una serata a fumetti

Serata particolare, la scuola materna (e guai a dire Asilo perchè la piccolina si incazza come una bestia vista la sua veneranda età di ben 3 anni e mezzo!) è cominciata e la stanchezza si inizia a sentire sui piccoli cubetti che vanno a dormire un po' prima del solito, molto bene!
Disquisendo su cosa poter giocare, ci siamo ritrovati ad ammirare la collezione e notare che un titolo era li che ci aspettava ormai da troppo tempo.
Così ci siamo tirati su le maniche e lo abbiamo intavolato (ovviamente avevo già studiato il regolamento altrimenti l'avremmo lasciato li eheh). 
Una volta apparecchiato questo titolo della Bonelli, no scherzo il gioco non è loro ma il titolo, l'ambientazione e i personaggi si.

Zagor

Gioco del 2017, di Luigi Ferrini e Daniele Ursini, edito da Ludo Ergo Editions.
Lo scopo del gioco è portare sano e salvo il battello Athena attraverso il fiume Tallapoosa fino al Forte, evitando le varie insidie presenti sia sulla terra che sull'acqua.
Ogni giocatore può impersonare uno dei 4 marinai a cui si aggiungono gli eroi del famoso fumetto: Zagor e il suo amico Cico.
Il motore del gioco è formato dai dadi associati ai giocatori reali più quelli dei due personaggi fumettosi. 

Ad ogni turno vengono lanciati tutti i dadi e ogni giocatore in senso orario ne prende uno per effetuare un'azione o per il proprio personaggio o utilizzando Zagor o Cico, finchè non vengono esauriti tutti. A questo punto si muove il battello sul fiume.
Durante la partita vengono rivelati degli eventi e avvengono degli incontri che rallentano il viaggio e potrebbero far fallire la missione.
Per questo motivo i giocatori collaboreranno coesi per raggiungere il Forte, eliminando tutte le insidie che si presenteranno, ma ognuno di essi sceglierà attentamente quale insidia eliminare rispetto ad un'altra perchè ognuna di queste ha un punteggio diverso e alla fine della partita chi avrà ottenuto più punti sarà il vincitore.

Abbiamo giocato questo titolo diverse volte per poter capire che all'inizio bisogna far gli amiconi sul tabellone altrimenti non saremmo arrivati in fondo con la nave sani e salvi, ben sapendo che alla fine solo uno avrebbe avuto la meglio.
Infatti nelle prime partite tutti abbiamo bellamente dimenticato che se la barca affonda tutti perdiamo, come è successo. Oppure evitando di uccidere tutti gli scimmioni prima che questi arrivino al loro accampamento. 
Ma alla fine abbiamo capito che è un semi collaborativo e che facendo ognuno la sua parte si arriva in fondo. 
Il gioco ci è piaciuto moltissimo, soprattutto perchè le meccaniche e le sensazioni che lascia sono diverse dagli altri titoli che abbiamo. Il chè porta a ringraziare LadyCubetto che lo ha voluto fortemente.
La possibilità di usare Zagor e Cico (personaggi neutri) è una bella novità e la collaborazione tra i giocatori è molto sentita.
Infine da questo gioco abbiamo capito che bisogna assolutamente pensare la mossa prima che arrivi il proprio turno, altrimenti diventa noiosamente troppo lungo.
Cercatelo su playbazar perchè potrebbe essere una bella sorpresa.