giovedì 5 gennaio 2017

Un Natale ad alte temperature!

Dicembre 2016! Un inverno strano come ormai da qualche anno. Ma in casa cubetti la temperatura si fa rovente e le ore piccole sempre più spesso. 
Molto interessante direte voi, ma cosa avete capito?!?!?!
Anche quest'anno Natale è arrivato e immancabilmente i piccoli, ma anche grandi cubetti, decidono che è il momento giusto per ammalarsi... Temperature che variano tra i 37.5 e i 39.5, soprattutto la notte quando bisogna puntare la sveglia per somministrare la tachipirina altrimenti son guai.
Così settimana di Natale a casa, ma visto che è comunque un periodo speciale, il 24 sera, i pupi ci fanno il regalo di essere a nanna alle 20.15. Evento raro!
Purtroppo neanche LadyCubetto è in forma, così decidiamo di giocare un titolo corposo, ma che comunque conosciamo alla perfezione  (si fa per dire) in modo da evitare di ledere i suoi preziosismi neuroni malaticci.

Railroad Revolution


Gioco del duo Niccolini-Canetta, già noti a casa nostra per il titolo Zhanguo, da 2 a 4 giocatori dalla durata di un ora e mezza... almeno.
In questo titolo siamo alla guida di una compagnia ferroviaria che deve cercare di unificare le due coste statunitensi, costruendo binari, stazioni ferroviarie,   stazioni del telegrafo e concludendo contratti con lo stato. Alla fine la compagnia che avrà armonizzato meglio il tutto avrà vinto.

In pratica su una mappa degli Stati Uniti sono visibili alcune città, dove è possibile costruire le stazioni ferroviarie, le tratte che le collegano e le varie stazioni del telegrafo edificabili.

Ogni tratta ha rappresentato sopra di essa un particolare simbolo che definisce la tipologia di terreno (leggasi difficoltà di costruzione). Ad esempio una tratta con un triangolo marrone è semi-pianura (implica costi minori), mentre una con tre triangoli neri identifica una montagna (cioè costi maggiori).

Le città hanno un costo di costruzione (diversi da locazione a locazione), un bonus (per il costruttore), più un ulteriore bonus al primo che ci erige sopra la sua casettina.

Anche i telegrafi, come le stazioni, hanno le due tipologie di bonus, ma hanno anche un azione in più a seconda della casella scelta.

Per concludere il tabellone sono presenti 3 tracciati per poter aumentare il valore a fine partita (in punti) delle tre tipologie costruibili e un insieme di carte contratto che danno azioni speciali o meeple alla loro risoluzione.  

Ogni giocatore o compagnia ferroviaria ha in dotazione 600 dollari, 3 azioni del telegrafo e una plancia dove poter piazzare i binari costruibili, le stazioni (indifferentemente che poi diventino ferroviarie o telegrafi) e le azioni che possono essere scelte ad ogni turno dai propri lavoratori.

Ecco il fulcro del titolo: i lavoratori! 

Ogni giocatore inizia con 4 lavoratori di colore bianco, cioè non specializzati. Successivamente dovrà specializzarli o assumerne altri di colore viola, azzurri, grigio e arancione.
I lavoratori colorati (specializzati) danno delle migliorie aggiuntive oltre all'azione di base.
I lavoratori arancioni danno un aiuto sul piano economico, scontando dei costi o dando dollari extra.
Quelli viola servono per ottenere bonus per aumentare i punti vittoria.
Gli azzurri aumentano il potere dell'azione principale.
Infine quelli grigi danno privilegi (ad esempio ripetere il bonus del primo costruttore).

Ma quanto dura e ad ogni turno che si fa?


Il gioco dura finché un giocatore non vende o piazza tutti i binari e casette prima dello stemma della propria compagnia, innescando l'ultimo turno della partita.
In ogni turno un giocatore deve piazzare un lavoratore (specializzato o non) per effettuare l'azione principale e l'eventuale azione aggiuntiva.
Inoltre è possibile promuovere un lavoratore a dirigente in modo da completare gli obiettivi che si ricevono ad inizio e durante la partita.

Per il momento siamo solo a quotata tre partite in due giocatori, il gioco non è velocissimo, lo sarebbe sulla carta, ma noi soffriamo di paralisi da analisi. Probabilmente con un po' di partite in più all'attivo, questo inconveniente si supera.
Assolutamente è vietato dimenticarsi di salire sui tracciati: puoi anche colonizzare tutto il far west, ma se non sei salito sul tracciato fallirai. E viceversa puoi avere anche fatto una scoreggia, ma se sei salito in alto, stendi tutti... 
Gli obiettivi personali, 8 in tutta la partita, di difficoltà crescente, a mio parere, sono praticamente impossibili da completare se si vuole seguire la strategia dell'equilibrio.
Comunque il gioco è solidissimo e i materiali come sempre ottimi: What's your game non ci tradisce mai (MA PER FAVORE CAMBIATE GRAFICA E COLORIIIII!!!!).
Detto questo c'è chi dice che chi lavora sempre alla WU automaticamente vinca, e lamenta che il gioco appiattisca le strategie perché ti costringe comunque giocare i telegrafi. Questo è vero parzialmente. Intanto giocare i telegrafi ti da punteggi e bonus, e quindi non ha senso non giocarli. Secondariamente l'ultima partita l'ha vinta LadyCubetto giocando tutti i tracciati e pochi WU, mentre io ho giocato tutti i WU e pochi tracciati. Caso? Fortuna? O non mi andava di assaggiare il nuovo matterello stile matrona emiliana a "La prova del cuoco" che mia moglie si è fatta regalare a Natale? Lo sapremo alle prossime partite!


Noi l'abbiamo comprato, giocato, piaciuto e voi?